E' ESTATE!!! ACCENDIAMO IL CLIMATIZZATORE AUTO!

(1 Vota)

E' ESTATE!!! ACCENDIAMO IL CLIMATIZZATORE AUTO!


Con l'arrivo della bella stagione quando ci mettiamo in auto,se fuori c'è un bel sole,rinfreschiamo l'abitacolo accendendo il climatizzatore.
E' indispensabile se ci mettiamo in strada nelle ore più calde,se andiamo in autostrada e non si può abbassare il finestrino e soprattutto se abbiamo bambini o anziani a bordo.
Non c’è bisogno di spiegare il comfort derivato dall’entrare in una vettura rinfrescata mentre all’esterno fa molto caldo, ma studi hanno dimostrato che è anche una questione
di sicurezza: chi guida in una vettura climatizzata reagisce molto più velocemente a ciò che gli accade mentre guida.
Il 90% di tutte le auto nuove è dotato di aria condizionata o climatizzatore.
Un impianto di climatizzazione che non funziona correttamente,oltre a non rinfrescare, influisce negativamente sul consumo di carburante e potrebbe generare sgradevoli odori all’interno della vettura.
Non tutti sanno però che il climatizzatore non funziona come il frigorifero di casa..ma bisogna ricaricarlo.

Ogni quanto allora, bisogna ricaricare l’impianto dell’aria condizionata?
La risposta non è così semplice soprattutto perché non tutti impiegano il climatizzatore con la stessa frequenza.
Una domanda più corretta potrebbe essere “Come si capisce che l’aria condizionata ha bisogno di una ricarica?”
E anche qui la risposta non è banale, ne’ scontata. La gran parte di volte, quando il gas dell’aria condizionata sta per giungere a termine, il climatizzatore dell’auto emette dei cattivi odori e
cala la sua capacità di riscaldare o raffreddare l’abitacolo.
Se l’aria che fuoriesce non è più fredda e se il tempo necessario a rinfrescare l’abitacolo è troppo, sicuramente il vostro impianto di climatizzazione ha bisogno di un check-up.
In generale possiamo consigliarvi di ricaricare il climatizzatore auto ALMENO ogni 2 anni oppure ogni 60.000 km.
In realtà, proprio ogni 60.000 km dovrebbe essere sostituito il filtro disidratatore, quel componente che riesce a trattenere impurità e assorbire l’umidità.
Non tutte le auto però sono uguali e non su tutte è così semplice,veloce ed economico sostituirlo.
Dobbiamo affidarci al nostro meccanico di fiducia e valutare un pò tutto.
Sconsigliamo il fai date!!
I più tenaci possono ricaricare da soli l’impianto di aria condizionata: in commercio esistono appositi kit ma al momento dell’acquisto bisognerà fare attenzione al gas scelto.
Con le vetture di ultima generazione si sta impiegando un gas meno inquinante ma infiammabile e per questo deve essere maneggiato solo da esperti che hanno fatto un corso apposito.
Cosa posso fare per proteggere l’impianto di climatizzazione?
La cosa migliore che puoi fare per avere cura del tuo condizionatore è quella di rispettare le scadenze e i tempi di ogni check-up.
Per evitare la formazione di funghi o batteri, ti consigliamo di spegnere il condizionatore circa 5 minuti prima di spegnere la vettura lasciando però accesa la ventilazione.
Il risultato sarà quello di lasciare l’impianto completamente asciutto, rendendolo poco attraente ai batteri.
Consigliamo inoltre di usare il climatizzatore anche d'inverno,per due motivi. Il primo, puoi risparmiare molto tempo ogni mattino per sbrinare il parabrezza.
Il secondo motivo è che tenendo acceso il condizionatore regolarmente per almeno 10 minuti potrai garantire una maggiore durate a tutto il sistema.
E allora?Affidatevi al vostro meccanico di fiducia,Controllate sempre lo stato del vostro condizionatore rispettando una manutenzione regolare altrimenti,come già detto,rischierete malfunzionamenti, maggiore consumo di carburante
o sgradevoli odori all’interno della vettura.